Storytel sceglie Shure TwinPlex e Motiv

Storytel è una delle principali piattaforme di streaming libri che consente di ascoltare migliaia di titoli e podcast con un pratico abbonamento mensile. Nata in Svezia nel 2005, nel 2018 Storytel è entrata anche nel (ritardatario) mercato italiano aprendo una sede a Milano e introducendo un catalogo in lingua costantemente arricchito di nuovi titoli e progetti editoriali.

Se in altri paesi europei e negli Stati Uniti il business degli audiolibri si è spesso rivelato come fondamentale vettore di crescita del settore, in Italia può ancora essere considerato come un fenomeno nuovo, ma in rapida evoluzione.

Shure TwinPlex TL48 per le interviste

Proprio nella sede di Milano nasce l’idea di arricchire l’offerta Storytel con podcast, contenuti audio tematici on demand fruibili in comodi episodi. Il primo podcast prodotto dal team italiano è un progetto giornalistico in cui ogni puntata è dedicata ad un tema sviluppato nel corso di un’intervista.

Ma come equipaggiare intervistatori tecnicamente inesperti senza sacrificare la qualità audio? Antonio La Rosa, Production Manager di Storytel Italia, ha individuato nel nuovo microfono TwinPlex TL48 la soluzione ideale. La capsula subminiaturizzata, resistente all’umidità e agli urti, non teme mani inesperte e consente di affrontare interviste in ogni condizione, persino sotto la pioggia. Il doppio collegamento di massa che caratterizza tutti i prodotti della linea TwinPlex garantisce un’eccezionale longevità del cavo ed elimina l’effetto memoria, semplificandone l’utilizzo anche in situazioni dinamiche.

Il modello TL48 ha un timbro calibrato sul parlato e garantisce una produzione audio pulita, grazie al basso rumore intrinseco e al range dinamico migliori del settore. Inoltre, vanta una coerenza fuori-asse potenziata per un risultato preciso anche quando non si parla direttamente sul microfono. Caratteristiche che rendono questo microfono lavalier la scelta ottimale per un’intervista anche al di fuori di uno studio di registrazione, semplificando notevolmente la fase di post-produzione.

Abbiamo intervistato Antonio La Rosa e Carlo Annese, ideatore del progetto podcast, sull’esperienza con i microfoni Shure TwinPlex.

Home Studio Motiv

La sede milanese dispone di diversi hub di registrazione perfettamente attrezzati per assicurare una traccia audio impeccabile. Sfortunatamente, anche Storytel a seguito del lock-down imposto dall’emergenza Covid-19 ha sofferto un blocco totale nella produzione dei suoi contenuti editoriali. Ma solamente per pochi giorni. Il team tecnico ha infatti individuato nei microfoni digitali Shure Motiv MV5 e MV88+ Video Kit una soluzione agile per continuare le registrazioni anche da casa.

Nel mezzo di una pandemia globale i podcaster che collaborano con Storytel hanno potuto contare su uno Shure MV88+ Video Kit per continuare a registrare nuovi episodi o avviare nuovi progetti. Solo per portare un esempio, l’episodio pilota di The Essential, podcast di Will Media e Storytel, si intitola “La sfida di Covid-19”.

Alcuni Shure MV5 sono stati invece spediti in tutta Italia per realizzare un’inedita serie di interviste nei giorni di lock-down. Il modo più semplice per consentire anche ai più inesperti di registrare un audio di qualità e limitare al minimo il supporto a distanza del team tecnico.

 “L’estrema semplicità d’uso dei microfoni Motiv e l’installazione plug- and-play sono stati fondamentali per continuare le attività di Storytel anche durante l’emergenza. Inoltre, la robustezza costruttiva Shure ci ha consentito un utilizzo davvero dinamico, senza intoppi o rallentamenti delle nostre attività anche lavorando da casa” ha concluso Antonio La Rosa.