Un impianto audio da campionato

Il rinnovo del sistema audio dello stadio Penzo di Venezia 

Una partita di calcio è un evento di entertainment a tutti gli effetti. Per garantire un adeguato livello di coinvolgimento del pubblico uno stadio deve rispettare determinati requisiti e caratteristiche in termini di capienza, sicurezza e anche qualità della diffusione sonora. L’audio dell’arena deve consentire agli spettatori di sentirsi parte dell’evento. 

A maggio 2021, il Venezia FC ha pianificato una serie di modifiche per adeguare lo stadio Luigi Penzo a questi standard: nuovo campo da gioco, maggior capienza delle tribune, restyling dei locali interni, eliminazione delle barriere, rinnovo dell’impianto audio. Adueemme dell’Ing. Alvise Panizza, System Integrator, con il supporto progettuale di Prase, si è occupata di integrare e installare i nuovi sistemi audio. 

Lo stadio Penzo si trova a Sant’Elena, all’estremità del sestiere di Castello, circondata dalla laguna e in prossimità dello sbocco sul mare.  

“In fase progettuale abbiamo consigliato i diffusori Biamp Community R-Series. Questi speaker a tromba da outdoor sono progettati per resistere agli agenti atmosferici come pioggia, vento, raggi UV e salsedine, sono quindi la soluzione ideale per un ambiente così particolare come la laguna veneta.” il commento di Luigi Schiavone, Application Engineer, Prase Media Technologies.  

Nello specifico sono stati configurati: 

  • 15 diffusori a tromba R25.94TZ a copertura della tribuna principale; 
  • 2 diffusori a tromba R2-64MAX a copertura della curva sud; 
  • 2 diffusori a tromba R2-64MAX a copertura della curva nord; 
  • 2 diffusori a tromba R2-64MAX a copertura della tribuna distinti, dedicata dal 2016 a Valeria Solesin. 

Le linee guida della società sportiva erano di non ostruire la visibilità delle tribune con il nuovo sistema audio. Si è quindi studiato un collocamento ottimale, per garantire la giusta diffusione in ogni sezione dello stadio, senza l’utilizzo di supporti perimetrali al campo da gioco.  

I 15 speaker della tribuna principale, unica zona spettatori coperta, sono stati facilmente posizionati sotto la tettoia, equidistanti tra loro per fornire una copertura audio omogenea.   

La tribuna principale
Uno dei 15 diffusori Biamp Community R25.94TZ

Nelle aree delle 2 curve e della tribuna Solesin, i diffusori sono stati installati sulle torri faro che si trovano però molto distanziate sia dal campo da gioco, sia da alcuni punti degli spalti. Con questa localizzazione degli speaker, gli amplificatori sono stati distribuiti su 3 punti collegati in fibra ottica, al fine di minimizzare le tratte in potenza. 

Il sistema di diffusione sonora è gestito da una matrice Biamp Tesira Forté che distribuisce l’audio mediante il protocollo Dante sulla rete ethernet locale. 

“Il sistema di amplificazione è configurato e gestito mediante la piattaforma software Armonia Plus di Powersoft, che consente di gestire gli amplificatori mediante un’interfaccia dedicata, semplificando il lavoro di gestione del sistema, sia dal punto di vista della configurazione che dell’equalizzazione dell’impianto.” — Luigi Schiavone, Application Engineer, Prase Media Technologies.

I diffusori posizionati sulle torri faro

L’evento partita non termina però con il fischio finale, arriva il momento di sentire le opinioni e considerazioni a caldo di allenatori e giocatori. 

Visto l’ottimo risultato dell’impianto audio il cliente ci ha chiesto di completare gli impianti con l’adeguamento della sala stampa sia per la parte video che audio.” — il commento dell’Ing. Alvise Panizza, System Integrator, Adueemme Sas.  

Micofoni Shure MX418 e SM58
Diffusore Tannoy VLS5 WH
Rack sala stampa

È stato installato un Videowall 2×2 con monitor LG Business Solutions, utilizzato pre e post-partita mentre l’impianto audio è stata implementato con l’utilizzo di 2 diffusori Tannoy, modello VLS5 WH, 2 microfoni Shure MX418 e 1 kit ricevitore e trasmettitore QLXD2/SM58, i quali interagiscono grazie a una matrice Biamp Tesira Forté

Il sistema è gestito direttamente dal personale, tramite un pannello di controllo touch Biamp TEC-X 2000 che consente di settare livelli e sorgenti semplicemente agendo sul rotativo e sui pulsanti custom realizzati. Questo permette anche la seleziona dei diversi scenari, necessari nelle fasi dedicate al dopo partita. Anche in questi locali è stata implementata una rete Dante per distribuire i segnali sfruttando il cablaggio ethernet, soluzione poco invasiva e scalabile per future esigenze.